China calling

Tech Silu in collaborazione con Assolombarda ha tenuto un incontro formativo dedicato a 30 giovani imprenditori. Durante “China Calling”, si sono affrontati diversi temi tra cui: venture financing in Cina, l’ecosistema startup sino-europeo, aspetti strategici e legali e la Chinese Business Etiquette. E’ stata anche l’occasione per presentare il nuovo progetto “China Lab”, un programma pensato da Tech Silu per permettere un soft-landing alle startup che vogliono espandersi in Cina.
La giornata formativa ha permesso al team Tech Silu e ad altri contributors di spiegare quali sono i mezzi necessari da avere prima di procedere ad un’eventuale internazionalizzazione verso la Cina.
Giorgio Ciron, Startup Desk Assolombarda, ha aperto l’incontro presentando i diversi servizi di consulenza finanziaria e legale, previsti dal progetto di Confindustria, diretto alle piccole imprese e startup. Francesco Rossi e Tommaso Ferruccio Camponeschi, Founder e Partner Tech Silu, invece hanno introdotto i programmi pensati ad hoc per l’internazionalizzazione delle startup italiane, lo scambio di talenti, e la promozione dell’innovazione made in Italy. Per completare l’intervento è stato annunciato il lancio di “China Lab”, aprendo una call per le startup che partirà da febbraio. “Con il nuovo programma, guideremo le startup italiane ad atterrare nel mercato cinese portando le loro idee innovative e sviluppandole al meglio, risolvendo le perplessità degli imprenditori e puntando sulle loro caratteristiche migliori.” – ha spiegato Tommaso Ferruccio Camponeschi.
La visione legale riguardo la Cina imprenditoriale, è stata esposta nel dettaglio da Luana Panighel, China Desk presso Tonucci&Partners, che ha sottolineato le differenze tra Italia e Cina ma soprattutto proposto strategie per affrontarle.
Una panoramica di dati relativi al venture financing cinese e all’ecosistema startup in Cina, è stata presentata da Francesco Lorenzini, Founder Tech Silu, in collegamento Skype dagli uffici di Pechino. I dati proposti hanno evidenziato la crescita economica cinese e fatto comprendere le numerose possibilità di diffusione che si possono avere nel Gigante Asiatico.
La parte centrale del workshop è stata gestita da Jacopo Bettinelli, che grazie alla sua esperienza nel settore, ha parlato di come si affronta in maniera vincente un business meeting con imprenditori cinesi, seguendo le regole della Chinese Business Etiquette. Un momento di formazione conclusa con una sessione di domande e risposte col pubblico ed approfondimenti.

“Creare un impatto positivo nell’ecosistema startup sino-europeo è sempre l’obiettivo che ci spinge a pensare a nuove sinergie che danno vita a progetti sempre in via di sviluppo, una di queste è stato il workshop formativo di stamane. Quello che vorremmo lasciare alle startup sono le basi del know-how per sentirsi pronti ad invadere il mercato cinese con una carica di innovazione. ” – ha dichiarato alla fine Francesco Rossi, Founder Tech Silu.

0
0

0 Comments

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.