Le scelte degli imprenditori (parte sesta)

Foto: Foodemilia

Foto: Foodemilia

Che siano grandi o piccole tutti i giorni in un ’impresa si devono fare delle scelte . Abbiamo chiesto a diversi imprenditori imprenditori di raccontarci momenti critici nella loro attività e le alternati ve che hanno considerato per superarlo. Abbiamo poi sottoposto le loro storie a consulenti che ci hanno offerto la loro analisi. A voi proponiamo di provare a metter vi nei panni dei protagonisti e fare la vostra scelta. Senza paura di sbagliare.

Azienda: BestEmilia srl
Chi: Sabrina Basoni
Sede: Reggio Emilia

EMILIAN STRATEGY
Nel creare la startup FoodEmilia, BestEmilia aveva pensato a un portale per promuovere le bellezze del territorio reggiano: un progetto poco sostenibile, senza contenuti pubblicitari. «Abbiamo modificato il core business dedicandoci alla vendita online dei prodotti enogastronomici locali – spiega Sabrina Basoni,presidente di FoodEmilia – Lo scopo era anche quello di attrarre clienti dall’estero: come gestire, quindi, i contenuti del sito per renderli comprensibili a tutti?»

LE SOLUZIONI
1. Punto al target degli italiani all’estero
2. Mi affido a uno studio specializzato in traduzioni del settore food
3.Traduco con software automatici

ANALISI
«La cura dei contenuti è cruciale per un progetto come quello che stiamo analizzando: sui portali di e-commerce, il cliente deve sempre avere chiaro cosa sta per comprare. La scelta di pubblicare esclusivamente contenuti in italiano è senz’altro percorribile: abbatte tutti i costi destinati alle spese di traduzione iniziale e agli aggiornamento successivi, ma ha lo svantaggio di limitare fortemente le potenzialità del progetto, appetibile per una vasta platea di appassionati di enogastronomia e non solo per un gruppo di italiani che vivono all’estero e vogliono acquistare i prodotti che non trovano regolarmente. Per fare in modo che anche gli stranieri facciano acquisti sul sito la traduzione è una strada necessaria. Affidandosi a uno studio specializzato – con il quale il committente può tenersi costantemente in contatto – i contenuti vengano interpretati correttamente in ogni sfumatura di significato, e alla trasposizione segue una revisione attenta. Spesso vengono impiegati madrelinguisti specializzati in diversi ambiti, dal legale al medico al pubblicitario: è proprio la loro esperienza che permette di tradurre correttamente anche le espressioni più tecniche o gergali. Questa soluzione ha lo svantaggio di essere più costosa e di richiedere più tempo delle altre: inconvenienti a cui si potrebbe ovviare facendo ricorso a un traduttore automatico online. I rischi, però, sono molteplici: questi portali non riconoscono i false friends, non interpretano né i sinonimi né il contesto, lasciano nella lingua originale i termini che non capiscono. Il pericolo, in altre parole, è che queste traduzioni così rapide siano talmente imprecise da trasformarsi in un boomerang per l’azienda che le impiega».

Paola Ligabue
consulente di internazionalizzazione

0 Comments

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.