L’Egitto delle meraviglie

Il Cairo è una delle città più popolate e più importanti dell’Egitto e del mondo, ricca di storia e cultura romana e cristiana, che evoca anche le atmosfere delle mille e una notte nella sua più recente parte islamica. Ubicata nello scenario misterioso ed affascinante del deserto occidentale, Il Cairo contrappone alla movimentata ed affollata quanto rumorosa vita della grande città la storia e la civiltà delle piramidi, dei templi, delle necropoli e dei siti archeologici. Alle porte del Il Cairo si trova la piana di Giza con la celebre Sfinge che fa da guardia alle maestose ed imponenti piramidi con la loro garanzia dell’immortalità dei loro faraoni. La costruzione delle piramidi parte dal grande architetto egizio Imhotep, che realizzò la prima piramide 100 anni prima di quella di Cheope, per Djorser. A quel tempo i faraoni si seppellivano in tombe chiamate mastaba. L’ossessivo desiderio per l’immortalità dei faraoni della quarta dinastia, insieme alla volontà e alla credenza del popolo egizio, hanno permesso non solo di costruire queste meravigliose opere architettoniche ma anche la prima superpotenza del mondo, segnando il trionfo dello spirito umano d’avanti alla morte.
Prima dell’Ottocento, l’Egitto era poco visitato da viaggiatori occidentali. Soltanto dopo la spedizione militare di Napoleone, nel 1798, l’Egitto iniziò a suscitare un vero e proprio interesse, dando vita a una vera e propria egittomania che si diffuse sia in Europa e che in America. Scarabei e sfingi comparvero su edifici di Parigi, Londra e New York, motivi faraonici decorarono porcellane e suppellettili, artisti dedicarono opere all’antico Egitto, un mondo affascinante con i sui misteri ancora da svelare.

0
0

0 Comments

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.