L’Expo che vorrei: innovativo

Un chinampa (ph.:MayraFalcon, Creative Commons)

La terra non basta? Nessun problema: la si può creare attraverso isole galleggianti. Moltissimi progetti in tutto il mondo sono già stati avviati, e per le esigenze più svariate. Sono note a tutti quelle di Dubai, dove gli emiri stanno strappando al mare ettari su ettari per creare quartieri residenziali e resort turistici, ma l’ultimo progetto presentato in ordine di tempo è l’Hudson River Park, una nuova area verde da 11mila metri quadrati che sorgerà a Manhattan sulle acque del fiume Hudson: inizio dei lavori nel 2016 e 170 milioni di dollari di investimento.

Ma non solo: c’è già chi guarda al futuro ispirandosi al passato anche per l’agricoltura, e precisamente all’antica tecnica colturale azteca conosciuta come chinampa. Questa tecnica prevede la costruzione di sistemi di isole artificiali utilizzate per lo sfruttamento agricolo delle aree lacustri, che non necessitano di irrigazione e concimazione ed evitano di distruggere l’ecosistema acquatico. Studi futuribili sono in atto per progettare grandi chinampas agricole sui mari, magari davanti alle metropoli costiere.

0
0

0 Comments

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.