Divorzi a catena

Non si tratta più di tappi del dentifricio lasciati aperti, di pranzi domenicali con suocere irritanti o di tracce di rossetto sul collo della camicia. La fine di un rapporto avrebbe radici “scientifiche”: secondo uno studio condotto da sociologi e psicologi dell’Università di Harvard, della Brown e della University of California, i divorzi sarebbero “contagiosi”. La ricerca ha infatti rilevato che avere un amico intimo o un parente che ha interrotto un matrimonio aumenta le possibilità di divorziare a propria volta addirittura del 75%, e persino il divorzio di un conoscente incide su questo dato al 33%. “Il divorzio andrebbe studiato e compreso come un fenomeno collettivo che si estende ben al di là di coloro che ne rimangono direttamente coinvolti” si legge nelle conclusioni della ricerca. Meno colpite da quest’epidemia sarebbero invece le coppie con figli. Il numero di bambini in famiglia sarebbe inversamente proporzionale alle chance di fallimento di un matrimonio.

0
0

0 Comments

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.